IL CICLO DEGLI ORGANI PER IL BENESSERE QUOTIDIANO

Tutti possiamo osservare come la Natura proceda per cicli: mattino, pomeriggio, sera, notte; primavera, estate, autunno, inverno; ecc.

A volte dimentichiamo che anche noi SIAMO Natura e quindi anche noi viviamo secondo CICLI.

Alcuni sono macroscopici, come infanzia, adolescenza, maturità, vecchiaia; altri sono invece “microscopici” cioè interessano il nostro organismo a livello più sottile e quasi impercettibile.

Un esempio di quest’ultimi è proprio il cosiddetto OROLOGIO DEGLI ORGANI.

Ogni organo ha due ore nella giornata in cui la sua attività è potenziata, più efficiente e reattiva.

Facciamo qualche esempio.

Al mattino ci svegliamo e, se il nostro intestino è in buona salute, abbiamo lo stimolo giusto per andare in bagno. Secondo il ciclo degli organi, infatti, l’INTESTINO CRASSO è nel punto di massima attività proprio tra le 5 e le 7 del mattino!

Subito dopo, cioè tra le 7 e le 9, è lo STOMACO ad essere nel culmine della sua energia, seguito dalla MILZA; infatti, è il momento migliore nella giornata per fare un pasto sostanzioso e nutriente, che verrà poi interamente e facilmente assimilato e trasformato in energia per le attività che ci aspettano.

Penso che tutti noi abbiamo sperimentato lo stato di sonnolenza dopo un eccesso di cibo, soprattutto a cena. Questo è anche dovuto al fatto che gli organi della digestione in quel momento della giornata dovrebbero essere lasciati a riposo o comunque non sovraccaricati di lavoro!

COME SFRUTTARE IL CICLO DEGLI ORGANI PER IL BENESSERE QUOTIDIANO?

Conoscere il ciclo naturale che guida il nostro organismo è un ottimo punto di partenza per cercare il più possibile, nei vari momenti della giornata, di compiere azioni appropriate e evitare quelle sconsigliate o dannose.

Ecco alcuni facili consigli da cui partire:

  • cerchiamo di mangiare di più a colazione e rimanere leggeri a cena, cercando di consumare il pasto serale non troppo tardi;
  • sfruttiamo la grande energia mentale della prima parte della giornata per studiare o compiere lavori che richiedono concentrazione e lucidità di pensiero;
  • se possiamo, concediamoci un breve riposo nel primo pomeriggio;
  • alla sera prendiamoci cura di noi stessi ed è il momento migliore per godere della compagnia dei nostri cari;
  • proviamo ad andare a dormire entro le 23, in questo modo diamo al corpo il tempo di compiere tutti i processi di riequilibrio e risanamento necessari per il nostro benessere quotidiano.

Piccoli gesti che aiutino a ritrovare un po’ di equilibrio e connessione con la Natura sono davvero qualcosa di prezioso e che, in breve tempo, può portare anche grandi cambiamenti nella qualità della propria vita!

IL CICLO DEGLI ORGANI E IL QI GONG

Un altro modo per sfruttare a proprio vantaggio la conoscenza delle varie ore di attività degli organi è praticare specifici esercizi di Qi Gong in particolari momenti della giornata.

Nel suo picco di massima attività l’organo, oltre ad essere più efficiente, è anche più reattivo e aperto agli stimoli esterni.

Quindi, ad esempio, se dal quadro energetico di una persona risulta che dovrebbe rinforzare o lavorare sui RENI, o in generale sull’Elemento ACQUA; allora potrebbe compiere esercizi con quella finalità proprio nell’orario di attività dei RENI (17-19) o dell’Elemento ACQUA (15-19).

In questo modo l’efficacia dell’esercizio viene potenziata ed ha un maggiore effetto proprio lì dove si vuole andare a lavorare.

Ovviamente, per agire sugli organi attivi di notte non siamo obbligati a mettere una sveglia per fare esercizi al lume di candela! Si sceglieranno altre strategie.

Se vuoi saperne di più contattami al 3477365028 o scrivi a radicierespiro@gmail.com

Comments

  1. Buongiorno, vorrei sapere se organizzate corsi di Qi Gong nelle vicinanze di Acqui terme a partire da settembre.
    Grazie

Comments are closed.

error: Content is protected !!