MIGLIORARE L’ATTENZIONE CON IL QI GONG

Vari studi scientifici hanno dimostrato il progressivo decadimento della soglia di attenzione media. 

Tra le cause principali di questo fenomeno troviamo: 
– l’uso smodato dei social. Essi sono infatti basati sul continuo bombardamento dell’utente di stimoli e contenuti, ad una velocità tale che ‘per stare al passo’ la persona si trova a dover scorrere spasmodicamente da uno all’altro dedicando un tempo di attenzione sempre minore (si stima che il massimo sia ormai 2 secondi!);
– dobbiamo però anche considerare l’aumento progressivo del ritmo di vita generale.Tutti possiamo osservarlo e sento le persone lamentarsi continuamente di ciò: più gli anni passano e più il mondo intorno a noi sembra correre veloce. Lavoro, impegni, famiglia…persino il tempo libero diventa fonte di stress, presi come siamo ad incastrare anche l’ora di svago o di cura di noi stessi nella straboccante agenda settimanale.

Sicuramente viviamo in tempi complessi che richiedono una grande dinamicità e adattabilità, ma, quando tutto questo va a scapito del nostro equilibrio interiore e delle nostre relazioni importanti, iniziano i problemi!

ATTENZIONE, ANTICA MEDICINA CINESE e QI GONG

Nell’Antica Medicina Cinese, come nelle discipline olistiche in genere, non vi è una vera separazione tra corpo, emozioni e mente. Ciò rende il nostro stato di salute e malattia, o meglio, di equilibrio e disequilibrio, frutto dell’intreccio tra cause ed aspetti esteriori e cause ed aspetti interiori.

Così come un’emozione può influenzare lo stato di un’organo, anche il modo in cui gestiamo l’attenzione ha un profondo effetto sul nostro delicato equilibrio psico-fisico.

Ogni cosa nella vita umana, dal più importante evento individuale al più piccolo movimento, acquisisce un eco diverso se è espresso e compiuto con attenzione, cioè con presenza, cura e passione, piuttosto che con superficialità e disattenzione.

Nel Qi Gong non esiste movimento o sensazione fisica che sia slegata dall’intenzione, cioè l’attenzione disciplinata verso ciò che si sta facendo e perchè lo si sta facendo. 

L’intenzione è una capacità che va allenata e, durante gli esercizi di Qi Gong, ciò è una costante, anzi, è parte fondamentale del lavoro su se stessi. Si porta l’attenzione su varie parti del corpo per rilassarle e correggere la postura e sulle sensazioni che il corpo ci trasmette (caldo, freddo, tensione, apertura, chiusura…); si cura movimento e respirazione per farne un qualcosa di consapevole e così si disciplina la mente.

Per questo il Qi Gong è una disciplina preziosissima se si vuole migliorare l’attenzione.

MIGLIORARE L’ATTENZIONE PUO’ CAMBIARE LA VITA

Riprendendo il discorso iniziale, in media, le persone vivono la propria quotidianità trascinate dal flusso della routine e delle risposte automatiche; il ritmo di vita rende quasi impossibile riuscire a godersi gli istanti e gli eventi con calma e centratura. Tutto ciò va ad indebolire la nostra attenzione e fa letteralmente perdere dei preziosissimi istanti di vita che purtroppo non torneranno.

Ritrovare il proprio centro e la capacità di dirigere la propria attenzione e volontà su ciò che davvero conta è uno step fondamentale per poter riprendere in mano le redini della propria vita e finalmente godere appieno di ogni gesto e momento con i propri cari.

Avete presente quando nei film c’è quel momento in cui il protagonista si rende finalmente conto di ciò che prima snobbava per superficialità oppure di ciò che rischia di perdere? Le immagini cominciano a scorrere al rallentatore e sembra che finalmente lui/lei riesca ad aprire gli occhi e VEDERE il mondo e le persone.

Ecco, più o meno, è questo che con un po’ di pratica potrete sperimentare realmente.


Se vuoi saperne di più o provare i benefici sull’attenzione col Qi Gong, contattami

Chiama o scrivi al 3477365028 oppure manda un email a radicierespiro@gmail.com

error: Content is protected !!